Gli gnocchi alla romana

Gnocchi alla romana
di Sergio Maria Teutonico

Gli gnocchi alla romana sono sinonimo di semplicità e gusto. In tutto il mondo gli gnocchi vengono fatti con ingredienti molto diversi e di tutte le forme e sapori. Come sapete, gli gnocchi più famosi in Italia sono fatti con le patate ma quelli che prepareremo noi oggi hanno il semolino, le uova e il latte (pochi ingredienti che devono essere ottimi). Potete servire gli gnocchi alla romana con delle salse di pomodoro, con il pesto, con un ragù, potete usarli come lasagne e stratificarli alternandoli con formaggio e pancetta ma io preferisco semplicemente gratinarli con del buon parmigiano sopra.
Gli gnocchi alla romana sono ottimi da mangiare nelle stagioni fredde perché vanno serviti appena sfornati e sono cosparsi di burro e parmigiano... una delizia!

Ingredienti
1 l latte
250 g di semolino
4 tuorli d’uovo
20 g sale
burro
parmigiano o pecorino

Far scaldare il latte con il sale e i tuorli d’uovo mescolando con la frusta, unire a pioggia la semola e cuocere fin quando il composto non si stacca dai bordi della pentola.

Versare il tutto su di un tavolo oleato, stendere il semolino con un mattarello dando uno spessore regolare di qualche centimetro.

Dopo averlo fatto raffreddare, con l’aiuto di un coppa - pasta formare dei dischetti sistemandoli in pirofile imburrate, cospargere con burro fuso e abbondante parmigiano, gratinare in forno a 170°c.

 

gnocchi alla romana (4)

4 Risposta

  1. debora
    Ciao SMT, grazie sempre dei tuoi preziosissimi consigli.. questa ricetta seppur buona, l'ho già eliminata da molti anni perché troppo carica.. soprattutto per chi purtroppo come me ha seri problemi di stomaco... :( Approfitto di questa pagina per chiederti un favore: hai mai sentito parlare di una "frittata" senza uova ma con farina di ceci, che si cuoce in padella od in forno? Eventualmente potresti darmi qualche indicazione di preparazione con metodi e tempi di cottura? Vorrei tentare anche questa strada.. purtroppo bisogna ingegnarsi quando il dolore ed i problemi rovinano questa esperienza stupenda che è il CIBO.. scusa lo sfogo, ma a volte è dura rinunciare a questo e quello.. un abbraccio, so già che mi capisci... GRAZIE!
    • SMT & Co.
      Ciao Debora, comprendo il tuo sfogo e mi dispiace che tu non possa godere di ogni ingrediente e alimento. Ti riporto il link al mio forum di cucina http://www.cibovino.com/phpBB3/viewtopic.php?f=19&t=290 dove puoi trovare la base per fare una "frittata" senza uova, spero di esserti stato utile! Saluti SMT
      • debora
        Grazie molte per la gentile risposta, ho guardato il link.. proverò di certo la tua ricetta, ma chiedo inoltre quando olio inserire e se far riposare la pasta prima di infornarla... come si capisce se la cottura è arrivata al punto giusto? Il mio forno di solito ci mette + tempo delle ricette che vedo di solito.. si potrebbe anche cuocere in padella? Grazie grazie, guru gentile..
        • SMT & Co.
          eccomi, non serve riposo per l'impasto altrimenti finisce che fai la farinata. lo impasti e lo inforni. Olio a gusto, io metterei 50 g di olio ogni 500 g di acqua. la cottura è giusta quando il tutto incomincia a prendere colore, dipende quindi dal tuo forno. In una ventina di minuti dovresti essere ok. Perr ogni altra cosa mi trovi sul forum. saluti SMT

Lascia un commento

X