Pucce salentine

Pucce salentine

Ingredienti
400 g di semola di grano duro
100 g di farina 00
300g di acqua
15 g di sale
20 g di lievito di birra
100 g di olio extravergine di oliva
10 pomodorini dolci e maturi
1 cipolla rossa
5 pomodori secchi sott'olio
150g olive nere
10g salsa di pomodoro
peperoncino piccante a piacere

Lavate, mondate e tagliate a pezzetti pomodori, cipolla e pomodori secchi; fateli stufare dolcemente nell’olio, poi salate, aggiungete la salsa e fate restringere. A cottura ultimata completate con le olive snocciolate e tagliate a metà.
Formate la fontana sulla spianatoia con le farine setacciate e iniziate a lavorare versando al centro l'acqua nella quale avrete sciolto il lievito. Aggiungete il sale ed infine 25g di olio. Mettete la pasta ottenuta in una terrina capiente, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per tre ore.
Riprendete la pasta, incorporatevi le verdure e fate lievitare per un’altra ora.
A questo punto potete formare le pagnottelle: tagliate la pasta in dieci pezzi e cercate di arrotondarli un po’, infarinateli leggermente passandoli nella semola di grano duro e disponeteli nelle teglie rivestite di carta da forno.
Infornate le pucce a 230°C per 35-40 minuti.

2 Risposta

  1. Terry
    Le pucce salentine che faceva mia mamma non necessitavano di teglie. La pagnottella veniva stesa a cerchio e "buttata" nel forno a legna dove gonfiava a mi' di palloncino. Una volta sfornata di taglia in orizzontale (non c'è mollica) e la si guarnisce a proprio gusto...
    • SMT & Co.
      Hai ragione Terry, vi sono due scuole di pensiero sulle pucce salentine. Una è quella che descrivi tu, l'altra è quella che descriviamo noi, sono certo che quelle di mamma siano in ogni caso più buone! Cari saluti SMT

Lascia un commento

X